Partecipare ad identità Golose Milano non è facile. Non è facile perché le proposte che vengono offerte nelle varie sale sono tante e interessanti e si sovrappongono vista la contemporaneità.
Così ho scelto di partecipare alla sessione sul gelato e a quella sul formaggio, alla presentazione delle nuove birre regionali Moretti e fare un saluto al produttore greco di Zafferano. Dagli chef sapori interessanti, proposte provocatorie.

Da Paolo Brunelli, gelatiere di Agugliano in provincia di Ancona, propone un gelato con cioccolato, soffice e mais e pomodorini caramellati.

Poi arrivano le proposte di Moreno Cedroni: il sorbetto Margarita, il gelato alla cipolla bianca con aceto, sale, zucchero, acqua e olio extravergine. Lo chef lo consiglia abbinato ad una frittura di pesce. Prosegue con il sorbetto all’olio extravergine, scalogno, senape, succo di limone, proposto con una base di tonno crudo, insalatina, mandorle tostate. Un gelato che può andare su qualsiasi piatto di carne e di pesce.

L’ultima portata del suo “menu'” il gelato al topinambur dove si ritrova il dolce e la cremosità. Il consiglio di Cedroni mangiarlo con la buccia essiccata che diventa cornetto. La ricetta: latte e panna, zucchero invertito, topinambur, armagnac e un chicco di sale di Cipro.

Il terzo ospite di identità Gelato, Bonelli Simone con il suo più classico gelato bianco alla menta o il sorbetto al cacao, e la divertente proposta del gelato myself al tiramisù. Bonelli punta sulla richiesta di un disciplinare sul gelato che al momento non esiste e su una differenziazione dei prezzi a secondo degli ingredienti usati.

Altri suggerimenti

avatar

admin


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*