header-image

Una seconda lasagna per l’MTC 42.
Ho pensato che in fin dei conti una novità ci poteva stare e visto il periodo, sono uscita dalla classicità familiare per provare queste lasagne con la sfoglia fatta con farina di castagna.
Da piccola abitavo dai nonni al confine tra la Liguria e la Toscana, a La Spezia che è in Liguria ma mi sono sempre sentita più Toscana che ligure. Preparavano i “testi”, una specie di crepe cotta tra due piastre di ferro. Cosi li chiamavamo e a casa erano preparati spesso con crescenza o ricotta, con l’aggiunta di pinoli e rosmarino.

Ed è a quei sapori che mi sono richiamata per preparare questa versione di lasagne.

Sulla spianatoia mettete a fontana la farina di castagne unita alla farina 00, mescolate insieme. Al centro un uovo e un pizzico di sale. Se l’impasto risultasse troppo compatto aggiungete un po’ d’acqua, usando come dosatore il mezzo guscio d’uovo. Lasciate riposare.
Sul fuoco mettete il burro e la farina per preparare la besciamella. Il burro sciolto a fuoco lento incorpora mano a mano la farina, che intanto si tosta. Quando inizia a staccarsi delle pareti del tegame aggiungete il latte a temperatura ambiente, poco alla volta continuando a mescolare. Quando inizia il bollore aggiungete la crescenza, e mescolate fino a che si amalgama. Regolate di sale e aggiungete il rosmarino tritato fine.

Riprendete l’impasto e stendetelo sulla spianatoia e tirate la sfoglia fino ad un millimetro circa di spessore. Tagliate dei rettangoli, possibilmente tutti uguali.

Nel frattempo mettete una pentola d’acqua al fuoco a bollire, salatela quando prende il bollore e mettete a cuocere i rettangoli di pasta.
Lasciateli cuocere un paio di minuti dopo che sono venuti a galla, perché la pasta è spessa e ha bisogno di tempo per la cottura. Scolateli uno ad uno e immergeteli in acqua fredda per fermare la cottura. Toglieteli poi dall’acqua e metteteli su uno strofinaccio pulito per asciugare l’eccesso di acqua.

Per assemblare il piatto in ciotole da forno mettete un cucchiaio di besciamella alla crescenza e rosmarino poi alternate gli strati di pasta e besciamella, inserendo delle mandorle tostate, tritate tra gli strati. Finire con la besciamella su cui spargete una cucchiaiata di parmigiano grattato.

Infornate le pirofile in forno caldo a 180° per 35/40 minuti.

 

Ingredienti per 4
Per la sfoglia
200 g farina di castagne
100 g. farina 00
1 uovo
qb.sale

Per la besciamella aromatizzata alla crescenza e rosmarino
Rosmarino fresco tritato
250 g. crescenza
50 g. mandorle pelle, tostate, tritate
50 g. burro
50 g. farina
1/2 l. latte
qb sale

Per finire una manciata di parmigiano grattato.

Potresti vedere anche
APPLE CINNAMON PULL-APART BREAD

Oggi ho preparato un dolce, una via di mezzo tra un pane e una torta di mele, e un cinnamon Read more

#Mtcstory – Il pane dolce del sabato

Un invito da parte Chiara del Blog Chicche di Kika per un flashmob virtuale per sopperire alle crisi di astinenza Read more

Pizza integrale con fiori di zucca e alici per il Club del 27

Finita l'estate torna puntuale il Club del 27 che ripropone per questo appuntamento la sfida n.58 sulla Pizza proposta da Read more

Spiedini di pesce spada con salsa al prezzemolo

Ecco un nuovo appuntamento con le uscite del KeepCalm, rubrica pubblicata sulla pagina facebook dell'MTC, dove ogni giorno alle 12 Read more

I risotti per mtc s-cool

Questo mese parliamo di risotti a scuola. Come si cuociono, come si mantecano. E annessi e connessi: Brodi, e burri. Read more

8 Responses to "Lasagne di farina di castagne con salsa alla crescenza e rosmarino"

  • Anche io abitavo a La Spezia, anche io mi sento spesso più toscana che ligure ed anch’io amavo molto i “testi” e amo tutt’ora testaroli e panigacci… i sapori che descrivi mi sono familiari e un bel tuffo indietro nel tempo è stato un bel regalo stamani…. Grazie Antonella!
    Dani

  • Uno spettacolo di sapori e colori! Mi piacciono gli ingredienti che hai usato, ne sento il profumo!! Bravissima Anto!

  • Io abito in Toscana…ma a pochissimi km da La Spezia anche se sono Romana de Roma. 🙂
    La tua lasagna mi piace tantissimo, complimenti!!!

    • @saparunda ti ringrazio dei complimenti. La Spezia mi manca, ci vado poche volte purtroppo.

  • Bella davvero questa lasagna che richiama i sapori dell’infanzia! :-p
    Sei la seconda persona che vedo, che riesce a impastare 300 g di farina con un uovo e senza aggiungere altri liquidi: ma come fate? A me sarebbe venuto un ammasso di briciole… mi sa che devo venire a scuola da voi. 🙂
    Un abbraccio!

  • Ma belle le tue lasagne! Anche le mie somigliano un poco negli ingredienti 🙂
    A presto un abbraccio 😉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»