2013-03-03-13-04-51-copia

 

Ho aderito con piacere ed entusiasmo al progetto di Gnammo. Mi piace far da mangiare  e stare in compagnia, per cui mi é sembrata una bella idea.

Oltre alla cucina, un’altra mia passione è quell’arte. Per cui eccomi qui ad organizzare un menú all’insegna delle nature morte.

La citazione é quella di un pittore Cristoforo Munari nato a Reggio Emilia nel 1667 con il suo quadro “Vasellame di terracotta, zucca, verza  e spalla di maiale, piatto con coltello”.

Il menú lo trovate qui e prevedeva che il piatto principale fosse una zuppa con gli ingredienti del quadro, facendo come fece il pittore nel suo quadro una composizione di  verze, zucca e prosciutto.

La  preparazione prevede di pulire la verza e tagliarla fine, facendola sbollentare in acqua fredda e poi salata al momento del bollore. Si prosegue tagliando la zucca e le patate a dadi piccoli.

Ho preso una bella pentola in terracotta in cui ho versato l’olio evo e fatto soffriggere il prosciutto crudo tagliato in pezzetti piccoli. Ho aggiunto la cipolla tagliata fine e lasciata a stufare. Dopo ho aggiunto  man mano  le patate,  la verza sbollentata e infine la zucca.

Mescolate, controllare di sale e ricoprite di acqua. Ho lasciato cuocere a fuoco molto baso per piú di un’ora, fino a quando zucca e patate sono  cotte senza essere disfatte.  A parte in una padella antiaderente far scottare le fette di prosciutto fino a che non diventano croccanti.

Servire mettendo una fetta di prosciutto croccante nel piatto per ogni commensale.

Ingredienti per 4:

1 kg. verza
1/2 kg. zucca
1 Cipolla
1 kg di Patate
100 gr. Prosciutto Crudo a fette
100 gr.prosciutto crudo  a dadini
4 fette di pane
Olio evo
Sale
[shopeat_button]

Altri suggerimenti

avatar

admin


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*