L’anno scorso ho fatto un viaggio gastronomico, vissuto grazie ad AIFB, nella zona di Modena andando a visitare e conoscere alcune Aziende produttrici di eccellenze locali.
Una delle visite è stata ad un produttore di Parmigiano Reggiano, ed è incredibile vedere che con pochissimi ingredient: latte, caglio, sale, si possa avere un risultato così incredibile. Così come è incredibile vedere le migliaia di forme che stazionano in attesa della stagionatura.


Assaggiare il formaggio appena formato è una libidine. Conoscere come viene fatto ciò che si mangia per me è importante. Conoscere un prodotto per poi lavorarlo in una ricetta ti permette di considerare diversi aspetti, che altrimenti non vedresti. Poi è’ come parlare con un amico.
In azienda abbiamo visto tutti i passaggi: dall’arrivo del latte, la formazione della cagliata nei grossi “pentoloni”, la formatura, la salatura e poi il deposito nel locale per la stagionatura.

E con questa meraviglia di prodotto ho preparato una ricetta per il contest del Parmigiano Reggiano #PRChef2015.

Per fare il cannolo, mettete un padellino antiaderente sul fuoco, quando è ben caldo e con l’aiuto di un coppapasta tondo mettete il parmigiano grattato in modo da ottenere un sottile strato. Lasciate qualche secondo, per far sciogliere il formaggio, quando inizia a fare la crosticina, togliete da fuoco. Togliete il coppapasta delicatamente. Lasciate intiepidire qualche secondo, ma ancora caldo arrotolatelo attorno ad una forma per cannoli. Mettete da parte e ripete l’operazione tante volte a secondo di quanti cannoli vorrete ottenere.
A parte tagliate le pere, a dadini, ponetele in una padella antiaderente, lasciatele caramellare per qualche secondo. Aggiungete il parmigiano grattato e il latte. Lasciate appassire per qualche minuto.

Ingredienti a cannolo:

1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato 24 mesi

per il ripieno
1 pera piccola
1 cucchiaino di parmigiano reggiano grattugiato 24 mesi
1 cucchiaino di latte
qualche goccia di Saba

Riempite i cannoli con questa preparazione e aggiungete sui cannoli qualche goccia di Saba.

Altri suggerimenti

Cucino Io


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*