acciughe sottosale

Le acciughe sono uno di quegli alimenti di cui non potrei fare a meno. Se un prodotto di eccellenza come quelle di Monterosso, vanno bene da sole su una fetta di pane toscano, magari con un poco di burro. Comunque, sulla pizza, in una salsa, nell’insalata. Le metterei ovunque.

Non può quindi mancare la celebrazione della Giornata Nazionale delle Acciughe, per il Calendario italiano del cibo, targato Mtc.

L’acciuga è un pesce azzurro. Il pesce azzurro è una varietà ittica con determinate caratteristiche fisiche nonché nutrizionali. La carne del pesce azzurro è molto facile da digerire, ricca di grassi buoni, gli omega3. Contiene inoltre: selenio, calcio, iodio, fosforo, potassio, selenio, fluoro, zinco, vitamine A e B.

Il grasso del pesce azzurro è molto importante per la salute del cuore e dell’apparato circolatorio. A differenza del grasso della carne, che invece ostruisce le arterie, aumenta il colesterolo e si deposita su pancia e fianchi, il grasso del pesce non è calorico.

Gli omega3 sono grassi buoni che favoriscono i livelli di diminuzione del colesterolo, favoriscono la pulizia delle arterie, prevengono i tumori al colon ed al pancreas, diminuiscono le probabilità di soffrire di demenza senile ed inoltre combattono l’invecchiamento precoce.

sale

Importante è la scelta dei pesci, basata sulla loro freschezza. Quindi niente surgelati o congelati, ma pesce  fresco: l’occhio deve essere chiaro e brillante ed occupare tutta l’orbita; le branchie luccicanti e di colore regolare. La carne soda ed elastica. La lisca ben aderente alla carne.

Ingredienti

Acciughe freschissme
sale grosso marino, quanto basta

Preparazione

Togliere la testa alle acciughe e nello stesso tempo, con un unico strappo le interiora. Lavare le acciughe velocemente sotto l’acqua e tamponarlle per asciugarle. Sparegere su un asse pulita uno strato di sale e sopra questo alloggiare le acciughe. Quindi ricoprirle con uno strato di sale.Porre un asse sopra le acciughe ma senza pesi. Lasciare così per una gioranta.

L’indomani collocare le acciughe ben alloggiate a testa/coda in recipienti adatti: coccio, vetro o legno. Su ogni strato di acciughe spargere un leggero strato di sale. L’ultimo strato deve essere di sale. Su questa superficie adattare un disco di legno in misura e un peso sopra per mantenere pressate le acciughe. Mantenere in luogo asciutto e arieggiato..

Dopo circa un asettimana comparirà in superficie del liquido che dovrà essere tolto per evitare che le acciughe prendano un cattivo sapore.

Si possono consumare dopo un mese. Al momento del consumo le acciughe vanno dissalate lasciandole nel latte per qualche ora  o lavandole in acqua e poi tamponate.

filetti

logo calendario

Altri suggerimenti

Cucino Io


4 Responses to "acciughe sotto sale"

  • PATRIZIA MALOMO says:

    Pensare che le acciughe sotto sale andiamo a comprarle alla gastronomia per poi dissalarle e metterle sotto pesto.
    Quando sarebbe così facile farsele in casa. Io personalmente, non ci avrei mai pensato.
    Brava Antonella.
    Un abbraccio.

  • Katia Zanghì says:

    Ricordo delle acciughe messe sotto sale da mio padre, quando ero bimba. Mai mangiate più, di cosi buone…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*