raviolo

Eccoci qui per un fine estate che barcolla tra giornate fredde e giornate ancora caldissime. Ecco allora un  piatto che utilizza la misticanza fiorita che porta ancora più indietro a giornate primaverili piene di promesse per una futura estate ancora tutta da giocare.

Comunque mettersi in gioco con questo piatto per il Talent for food 2018. contest indetto da Assindustria Veneto centro Imprenditori Padova e Treviso in collaborazione con Aifb – associazione italiana food blogger

E con la voglia già di ritrovarmi ancora i primavera vi propongo questa ricetta.

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

In un cucchiaio di olio extravergine di oliva far stufare una cipolla rossa tagliata a fette sottili. Quando la cipolla è appassita aggiungete i pezzi di faraona e lasciate che prendano colore, mescolando di tanto in tanto.

Aggiungete un bicchiere di vino rosso, mescolate, salate, aggiungete le foglie di alloro e lasciate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa 45 minuti, o fino a quando la carne non si stacca facilmente dalle ossa.

Intanto che la faraona cuoce preparate la pasta. Fate una fontana sul ripiano di lavoro e al centro mettete due uova, e un pizzico di sale. Impastate partendo dal centro e facendo assorbire la farina alle uova.

Impastate per una decina di minuti, fino a quando l’impasto non risulti morbido e ben omogeneo. Lasciate riposare l’impasto per circa 30 minuti ricoperto da uno strofinaccio pulito.

Al temine stendete l’impasto in sfoglie sottili, e ricavate 16 grandi quadrati.

Cuocete le sfoglie per pochi minuti, cercando di stare attenti che non si attacchino fra di loro.

Spolpate la faraona e di una parte fatene pezzi piccoli tagliati al coltello. Parte spolpatela in pezzi più grossolani.

Mettete nel piatto due riquadri di pasta sulla quale appoggiate un cucchiaio di pezzi di faraona, quelli più piccoli, e un cucchiaio di stracchino lasciato fuori dal frigo per ammorbidirsi bene. Ricoprite con una seconda sfoglia di pasta. Ripetete l’operazione per i restanti piatti.

Posizionate nel piatto i pezzi più grossolani di faraona, i funghi porcini e alcune foglie di misticanza con i suoi fiori.

Condite con sale, olio di girasole e un cucchiaio del sugo della faraona.

Altri suggerimenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.