torta di pane

Ogni regione italiana, per non dire ogni famiglia italiana, ha la sua ricetta nel cassetto su come riciclare il pane avanzato. Perchè il pane è sacro e non si butta via. Se avanza, ma se il pane è buono è difficile che avanzi, lo si ricicla: grattato per l’impanatura delle fritture. O negli impasti di polpette, ripieni. Non è solo una questione economica, ma etica contro le spreco e un grande rispetto per un prodotto così importante nella cucina italiana

Ma la torta di pane la fa fa padrona, quasi da avanzare il pane apposta per riuscire a farla. Anche la Lomellina ha la sua versione. Anzi ne ha due: una con le mele e una senza mele nell’impasto.

Un piatto povero delle cascine Lomelline ma adatta al “desinare dei giorni di festa e altri riti”, come riportato nel libro  “La Tavola del Gran Pavese“, testo sacro sula Storia e cultura, delle tradizioni pavesi.

Questa versione senza mele, ma nulla vieta di poterle aggiungere, è per la Giornata Nazionale della torta di pane per il  Calendario del Cibo Italiano

torta di pane

Ingredienti

pane raffermo 500 g
latte un litro
zucchero 90 g
burro 50 g
cacao amaro 50 g
uvetta sultanina 30 g
pinoli 30 g
uova 2
pane grattugiato un cucchiaio
rum un cucchiaio
zucchero vanigliato q,b,

Procedimento

Levate il burro dal frigorifero 30 minuti prima di incominciare e tagliatelo a tocchetti. Tagliate il pane a dadini e mettetele in una ciotola con il latte per 30 minuti o fino a quando si è ben inzuppato.

Mescolate con il cucchiaio di tanto in tanto. Mettete a bagno l’uvetta in una scodella con acqua tiepida per 10 minuti. Sciacquatela sotto l’acqua corrente e strizzatela, mettetela in una ciotola con il rum.

Scaldate il forno a 180 gradi. Ungete con il burro una tortiera dal diametro di 25 cm, possibilmente con il fondo mobile e cospargetela con il pane grattugiato. Togliete il pane dal latte, strizzatelo con le mani e passatelo al passaverdura, disco fine, rimescolando.

Aggiungete zucchero, burro, cacao setacciato, pinoli, uvetta, uova una alla volta. Versate il composto nella tortiera e livellatelo con una spatola. Infornate per 40 minuti in forno caldo.

La torta è cotta quando uno stuzzicadenti  immerso nella pasta è estratto asciutto. Fatela raffreddare nello stampo sopra una gratella per 10 minuti, quindi  rovesciatela su un piatto di portata e servitela tiepida o fredda. Cospargetela di zucchero vanigliato.

logo calendario

 

Potresti vedere anche
Avanzi, o peggio scarti delle preparazioni, sarebbe bello farne il
Quale migliore occasione per pubblicare una ricetta antispreco per riciclare
Ecco un'altra ricetta per il riciclo del pane. Anche un
Girando per Firenze, specialmente nel periodo di Pasqua sembra che

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»