header-image
panini cinesi

Hua juan, un nome divertente per dei panini cinesi, altrettanto divertenti da fare. Ecco la proposta di questo mese di Recake 2.0.

Questa proposta è stata pensata con il pesto, ma sicuramente saranno da provare anche con altri ripieni, facendo convivere la tradizione italiana con la preparazione cinese. Mi viene in mente pomodorini e mozzarella, sicuramente il pesto rosso, il cipollotto come la tradizione cinese vorrebbe ma che è anche cosa di casa nostra.

Panini al vapore li avevo già fatti, e sono dubbiosa sul risultato estetico, perché sicuramente il gusto è ottimo. La mancanza della crosta a cui sono abituata mi turba, Ma poi il sapore compensa.

Rispetto alla proposta di Recake 2.0 ho cambiato due cose: invece che la farina 00, che tendo a non usare, ho usato la fatina ai 5 cereali, e invece del lievito di birra ho usato la pasta madre.

Per arrotolarli non ho usato una bacchetta cinese perché purtroppo non l’avevo ma ho usato una bacchetta di legno.

AuthorCucino IoCategory,

panini cinesi

Yields1 Serving

 250 g di farina ai 5 cereali
 150 g di acqua tiepida
 100 g pasta madre, rinfrescata la sera precedente
 11 g di sale
 23 cucchiaini di pesto

Mettete la pasta madre nella ciotola dell'impastatrice. Aggiungete l'acqua e fae sciogliere la pasta. Aggiungete la farina poco alla volta e iniziate ad impastare. Per ultimo unite il sale all'ultimo rabbocco di farina. Impastate per una decina di minuti. Dovrete ottenere un impasto abbastanza morbido e setoso, non appiccicoso.
Fate riposare per tre ore coperto, Quindi impastate per altri 3 minuti. Formate un panetto.
Ungete una ciotola con poco olio. Ungete leggermente anche il panetto e mettetelo nella ciotola coperto a lievitare per circa un’ora e mezza o finché non sarà raddoppiato.

Riprendete l’impasto lievitato, sgonfiatelo e lavoratelo brevemente su un piano leggermente infarinato. Formate quindi un rettangolo di circa 21 cm x 42. Coprite e fate riposare per altri 15 minuti.
Distribuite il pesto sul rettangolo e spennellatelo bene.
Ripiegate quindi il rettangolo in tre parti (chiusura a libro), premendo bene per far uscire l’aria. Premete leggermente e ungete con poco olio la parte superiore. Alla fine dovrete ottenere un rettangolo largo circa 8 cm e lungo 45.

impasto

Ricavate ora delle strisce di pasta larghe circa 3 cm.

Prendete una striscia e schiacciatela leggermente. Mettetene un’altra sopra, quindi ponete sulle strisce una bacchetta di legno longitudinalmente e premete. Allungate la pasta, tirando, mettete la bacchetta al centro e ripiegate la striscia su se stessa. A questo punto fate due giri con la bacchetta, poggiate il panino sul piano, schiacciate leggermente e sfilate la bacchetta.

forme

Disponete dei quadrati di carta forno nel cestello per la cottura al vapore e adagiatevi i panini. Coprite e fate lievitare in luogo tiepido per 40 minuti (non dovranno lievitare troppo o si sformeranno completamente).

Mettete i panini nella vaporiera, impostate un timer di 20 minuti.
Trascorso questo tempo spegnete il fuoco e lasciate riposare i panini per qualche minuto, prima di aprire il cestello.

flowers

Ingredients

 250 g di farina ai 5 cereali
 150 g di acqua tiepida
 100 g pasta madre, rinfrescata la sera precedente
 11 g di sale
 23 cucchiaini di pesto

Directions

1

Mettete la pasta madre nella ciotola dell'impastatrice. Aggiungete l'acqua e fae sciogliere la pasta. Aggiungete la farina poco alla volta e iniziate ad impastare. Per ultimo unite il sale all'ultimo rabbocco di farina. Impastate per una decina di minuti. Dovrete ottenere un impasto abbastanza morbido e setoso, non appiccicoso.
Fate riposare per tre ore coperto, Quindi impastate per altri 3 minuti. Formate un panetto.
Ungete una ciotola con poco olio. Ungete leggermente anche il panetto e mettetelo nella ciotola coperto a lievitare per circa un’ora e mezza o finché non sarà raddoppiato.

2

Riprendete l’impasto lievitato, sgonfiatelo e lavoratelo brevemente su un piano leggermente infarinato. Formate quindi un rettangolo di circa 21 cm x 42. Coprite e fate riposare per altri 15 minuti.
Distribuite il pesto sul rettangolo e spennellatelo bene.
Ripiegate quindi il rettangolo in tre parti (chiusura a libro), premendo bene per far uscire l’aria. Premete leggermente e ungete con poco olio la parte superiore. Alla fine dovrete ottenere un rettangolo largo circa 8 cm e lungo 45.

impasto

3

Ricavate ora delle strisce di pasta larghe circa 3 cm.

Prendete una striscia e schiacciatela leggermente. Mettetene un’altra sopra, quindi ponete sulle strisce una bacchetta di legno longitudinalmente e premete. Allungate la pasta, tirando, mettete la bacchetta al centro e ripiegate la striscia su se stessa. A questo punto fate due giri con la bacchetta, poggiate il panino sul piano, schiacciate leggermente e sfilate la bacchetta.

forme

4

Disponete dei quadrati di carta forno nel cestello per la cottura al vapore e adagiatevi i panini. Coprite e fate lievitare in luogo tiepido per 40 minuti (non dovranno lievitare troppo o si sformeranno completamente).

Mettete i panini nella vaporiera, impostate un timer di 20 minuti.
Trascorso questo tempo spegnete il fuoco e lasciate riposare i panini per qualche minuto, prima di aprire il cestello.

flowers

Hua Juan o Flowers rolls
banner recake
Potresti vedere anche
Pancake Cinesi agli asparagi

Il metodo con cui vengono fatti questi pancake, che assomigliano di più a delle piadine che a dei pancake, l'avevo Read more

BEIGNET DI NEW ORLEANS

Non avevo mai sentito parlare dei Beignet di New Orleans. Ma con Recake ne scopro sempre una nuova ogni mese. Read more

KNACKEBROD per #Recake 2.0

KNACKEBROD. È un cracker pieno di semi, croccante e salutare. Inoltre è anche facilissimo e veloce. Da fare e rifare. Read more

Biscotti alle mandorle per Recake 2.0

Ultimo appuntamento dell'anno con Recake. L'augurio per un Buon Anno Nuovo è con i Biscotti dal libro Sweet di Ottolenghi. Read more

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»