Sono una deliziosa via di mezzo tra un biscotto e un pasticcino. Hanno inoltre la prerogativa di non contene re ne farina ne derivati del latte. Quindi adatti a chi è intollerante al lattosio e al glutine. Peccato che rimangano esclusi a chi è intollerante ai frutti secchi.

La firma poi è una garanzia di successo. La ricetta è di Donna Hay. Che dire d’altro? sono un buonissimo fine pasto o una coccola delle 17 con un caldo tè. Sono anche un piacevole regalo da fare o da ricevere.

INGREDIENTI

  • 240 g di farina di mandorle
  • 200 g di zucchero semolato fine tipo Zefiro
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato
  • un cucchiaio di succo di limone
  • un cucchiaino colmo di buccia di limone finemente grattugiata
  • 2 albumi
  • zucchero a velo per la copertura

PROCEDIMENTO 

In una ciotola mescolate farina di mandorle, zucchero, bicarbonato, buccia di limone ed il succo.
A parte montate gli albumi a neve quindi amalgamarli al composto di polveri finchè il tutto sarà ben omogeneo.
Dividete l’impasto,  in sedici pezzi che andranno rotolati tra le mani a formare delle palline. Passate ogni pallina nello zucchero a velo in modo che ne sia abbondantemente ricoperta.
Adagiate le palline ben distanziate (circa quattro centimetri l’uno dall’altro) su una teglia antiaderente o coperta con carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 160° C, per un tempo variabile dai 10 ai 15 minuti. I biscotti devono colorire appena, diventare croccanti fuori ma rimanere morbidi dentro.
Far raffreddare completamente su una gratella prima di servire.
I biscotti sono inseriti in un delizioso Scola Semi o Piccoli Frutti di Nina Ceramica, che produce bellissime Ceramiche.

Altri suggerimenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.