header-image
tagliatelle piselli

Adoro le farine, devo contenirmi  comprarne perchè a volte mi lascio affascinare e poi non riesco ad usarle prima che le farfalline riempiano  la ma cucina. In modo particolare quelle non industriali che non hanno conservanti e durano di meno. Con questo caldo poi. Adesso ho imparato a tenerle in frigo. Ho un cassetto apposito.

Ci sono e farine di ceci, di farro, di avena, la 0, la 1, la 2, quella ai sei cereali e quella integrale. Dimenticavo il Kamut e quella di riso.

Non so perchè resto così incantata da quelle nuvole di farina, e dagli impasti che ne possano derivare. Impastare, sentire la morbidea sotto i polpastrelli e vedere poi i risultati e una cosa che mi gratifica. Che mi piace.

Adoro i colori, certi rossi, ma anche i verdi, i gialli, tutte le sfumature del viola. Ecco quando i colori incontrano la farina, non posso proprio resistere anche se il cassetto è pieno. I colori naturali ovviamente.

Così un giorno ho comprato la farina di piselli. Una farina di un bel verde pastello. Ma che farne? Pensavo di aggiungerla ad una farina 0 per avere un buon risultato. Forse un pane o della pasta.

In attesa di prendere una decisione mi sono imbattuta per caso in un libro: “Alchimie in cucina: Ingredienti, tecniche e trucchi per piatti che sembrano magie” di Shamira Gatta  e ho scoperto come renderla adatta ad essere impastata.

La farina di piselli è la polvere che si ottiene dalla macinatura del seme essiccato e decorticato. Mediante apposite mole, i piselli secchi vengono privati del rivestimento fibroso e, con appositi buratti, separati da: tegumento, germe e farina di lavorazione. La destinazione culinaria “tradizionale” della farina di piselli è la preparazione delle zuppe, ma non volevo farne una.

Dal libro ho appreso che se la farina subisce un processo di riscaldamento, detto “denaturazione” diventa una farina adatta agli impasti e così ho fatto.

forchettata

Ingredienti 

350 g di farina di piselli
2 uova
acqua
sale

250 ml di panna fresca liquida
1 noce di burro
1 etto di prosciutto tagliato a listarelle
Noce moscata

Procedimento

In una teglia mettere la farina di piselli che dovrà restare in forno tre ore a 90°. Dopo questo procedimento fare la fontana sul tavolo e aggiungere 2 uova grosse. Impastare, inserendo un pizzico di sale e se serve un poco di acqua. Lsciare riposare una mez’ora.

Riprendere l’impasto e tirare la sfoglia a mano con l’apposita macchinetta. Tagliare a mano o sempre con l’apposito strumento le tagliatelle.

Intanto mettere una pentola con l’acqua al fuoco e quando bolle aggiungere il sale grosso. Aggiungere la pasta e mescolare delicatamente. Lasciare cuocere per circa 2/3 minuti. DIpende dallo spessore della pasta.

A parte in un tegame basso mettere una noce di burro e la panna, quando prende calore i inizia sobbollire aggiungere il prosciutto cotto tagliato a listarelle. Aggiungere la pasta scolata al dente. Aggiungere una grattata di noce moscata e mescolare delicatamente in modo da far prendere il condimento.

 

Potresti vedere anche
Gli Spätzle – il Club del 27

Gli Spätzle sono una di quelle ricette rimaste nel cassetto per troppo tempo. Qualche hanno fa ho acquistato anche la Read more

Gnocchi di semolino, ricetta di Petronilla

Gnocchi di semolino, morbidi e leggeri. Dopo l'abbuffata di ieri sera per il compleanno era doveroso cenare leggero. E siccome Read more

Tortelli alla barbabietola, ripieni di ricotta di capra

A volte è irrefrenabile una voglia di colore nel piatto, una voglia di contrasti di sapori con contrasti di colori, Read more

Crema di cetrioli e patate

Ho usato i cetrioli per un primo caldo o una prima zuppa fredde o tiepida. Più che una zuppa una Read more

One Response to "Tagliatelle piselli, panna e prosciutto"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»