bomboloni

Ricordi di infanzia. Per il calendario del cibo italiano, Giornata Nazionale dei Krapfen e dei Bomboloni.

Un dolce semplice, semplice che piace sempre. che ti riempie le labbra di zucchero. Che sta tra le mie origini austriache da parte di padre e quelle toscane di mia madre e le vacanze in versilia dove sulla spiaggia i venditori ambulanti insieme al cocco fresco vendevano i bomboloni.

Va fatto sciogliere il levito di birra nel latte tiepido. In un contenitore mettere la farina e versare le uova precedentemente sbattute. Aggiungere lo zucchero e il burro fuso freddo, impastare prendendo la farina dai lati, aggiungendo il latte a filo.

Coprire e lasciare lievitare in luogo caldo e riparato per circa 2 ore.
Con le mani infarinate, staccare dei pezzi dall’impasto formando delle piccole palline, metterle a riposare su carta forno, per 30 minuti, possibilmente coperte.
Trascorso il tempo, se li volete con buco farlo in mezzo ad ogni pallina, ma grande perchè poi in cottura tende a stringersi, altrimenti lasciateli così.
Friggere gli anelli o le palline nell’olio bollente, rigirandoli appena prendono colore. Scolare su carta assorbente, passarli nello zucchero semolato e mangiarli, o portarli in un sacchetto di carta a scuola e mangiarli nell’intervallo.

boccone

Ingredienti:

1/2 kilo di farina
75 gr. di burro fuso
25 gr. di lievito di birra
250 gr. di latte tiepido
2 uova
75 gr. di zucchero, più quello dove rivoltare le frittelle
olio di semi di arachide per friggere

banner

Altri suggerimenti

avatar

admin


3 Responses to "I bomboloni"

  • Un peccato di gola irresistibile!

  • Questo è una di quelle leccornie a cui non so rinunciare, sarà forse per i ricordi delle merende da ragazzina ma sono veramente golosi, caldi appena cotti poi sono irresistibili
    grazie

  • come la Manu: non riesco a fermarmi e difatti ho smesso di prepararli. ma poi, certi post sono una tentazine.. !

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*