Le giornate si sono accorciate, l’autunno si fa sentire e sta andando velocemente incontro all’inverno. Adesso il piacere è stare in casa sul divano e sotto il plaid con un plaid o con il tablet a leggere o scrivere.

E cosa c’è di meglio di scaldarsi con una cioccolata calda? Ma non è così semplice e c’è cioccolata e cioccolata. Oggi sul sito del Calendario del Cibo italiano, Per la Giornata Nazionale della cioccolata in tazza si fa un giro dolcissimo in tutto il mondo a vedere le differenze tra cioccolata e cioccolata.

Ben 18 preparazioni differenti della cioccolata in tazza. Noi ci fermiamo in Colombia. Che ne dite di una cioccolata in tazza con il formaggio? La ricetta consiglia l’uso dell’halloumi ma non avendolo a disposizione l’ho sostituito con del formaggio a pasta filante, la Fontina. L’alternativa data prevedeva la mozzarella, ma non mi sembrava adatta. Forse hai dovuto sostituire con un formaggio a pasta molle, ma di capra.

cioccoalta

Ingredienti

4 tazze di latte scremato (o, 2 tazze di latte intero e 2 tazze d’acqua)
100 g di cioccolato fondente
1 bastoncino di cannella
5 chiodi di garofano
¼ tazza di miele (se il cioccolato è senza zucchero)
100 g formaggio bianco, come halloumi o mozzarella (io ho usato una fontina)

Istruzioni

Aggiungere tutti gli ingredienti tranne il formaggio in una pentola, e portare a bolliore.
Ridurre il calore a fuoco medio quando bolle e diventa schiumoso. Potrebbe essere necessario sollevarela pentola dal fuoco se minaccia di tracimare. Tenete sotto controllo la pentola!
Utilizzare un cucchiaio di legno per mescolare il cioccolato.
Lasciare bollire e raffreddare sollevando dal bruciatore. Tradizionalmente, questo processo di ebollizione dovrebbe rendere il cacao più digeribile.

Tagliare il formaggio in cubetti da 1 cm e dividere uniformemente in quattro tazze.
Versare il cioccolato caldo nei quattro tazze e servire immediatamente con un cucchiaio.

fontina

logo calendario

Fonte qui

Altri suggerimenti

Cucino Io


5 Responses to "Cioccolata colombiana"

  • Non riesco a immaginarmi il sapore ne con la mozzarella ne con la fontina, mentre avendo assaggiato l’halloumi ho presente il gusto e retrogusto soprattutto. Ma come è venuta? Ti è piaciuta? Sono curiosa.

    • purtroppo non conosco l’halloumi e forse ho fatto la scelta sbagliata e avrei dovuto usare un altro formaggio di capra. Ma volevo un formaggio filante che non fosse la mozzarella e che potesse abbinarsi al sapore “amaro” della cioccolata fondente.
      Secondo me non disturba, ma non aggiunge nulla alla cioccolata. Quindi è stato un esperimento interessante ma non credo di rifare. Forse se trovassi l’halloumi, ci riproverei per sapere come sarebbe dovuto venire. Ma solo in quel caso.

  • A me sembra una cosa da provare, io sono per le cose strane!! Forse con un “brie” di capra? Comunque complimenti l’aspetto è gustoso davvero!!

  • Anna Laura Mattesini says:

    Caspita, che roba interessante! Dici di provare con un altro formaggio? Mi sa che lo faccio, l’idea mi piace 😉

  • Elena Broglia says:

    davvero particolare …ero curiosa di sapere cosa ne pensavi, per fortuna te lo ha chiesto Ilaria. Penso che la tipologia di formaggio sia essenziale… bisogna capire quale è il migliore 🙂 Complimenti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*