header-image
pollo

Non potevo non provare questa ricetta, dopo che tutte le amiche ne parlavano come di una cosa meravigliosa. E in effetti avevano ragione. Il pollo è gustoso, i sapori speziati sono intriganti e il finocchio rinfresca tutto l’insieme.

Ottolenghi non sbaglia neanche questa e i suoi piatti sono sempre ricchi di sapori, forse non consueti, molto mediorientali , ma che incontrano il mio gusto.

Non è la prima ricetta sua che provo, e credo proprio che non sarà l’ultima. Questa è tratta dal libro Jerusalem, mai un acquisto fu più azzeccato.

pollo ottolenghi

 

INGREDIENTI

100 ml di arak, ouzo o Pernod (io ho usato il pastis)
4 cucchiai di olio d’oliva
3 cucchiai di succo di arancia spremuto al momento
3 cucchiai di succo di limone
2 cucchiai di senape in grani
3 cucchiai di zucchero bruno chiaro
2 finocchi di misura media (500 g in tutto)
1 grosso pollo ruspante di circa 1,3 kg, diviso in 8 pezzi, oppure l’equivelente del peso in cosce con la pelle e le ossa
4 clementine con la scorza (in tutto 400 g), tagliate orizzontalmente in fette da 0,5 cm
1 cucchiaio di foglie di timo
2 ½ cucchiaini di semi di finocchio leggermente pestati
sale e pepe nero
prezzemolo sminuzzato per guarnire

PROCEDIMENTO

Mettete i primi 6 ingredienti in una grossa ciotola insieme a 2 cucchiaini e mezzo di sale e a un cucchiaino e mezzo di pepe nero. Sbattete bene il tutto e mettete da parte. Spuntate i finocchi e tagliateli a metà nel senso della lunghezza. Ogni metà, tagliatela in 4 spicchi. Mettete i finocchi nel liquido insieme ai tocchi di pollo, le clementine affettate, il timo, i semi di finocchio. Rimestate bene usando le mani, lasciate poi marinare nel frigo per qualche ora o per tutta la notte (se avete fretta, alla marinatura potete anche rinunciare). Preriscaldate il forno a 200/ 220 gradi. Forno a gas ventilato: livello 7.

Trasferite il pollo e la marinata in una teglia da forno abbastanza grande (circa 30 × 37 cm) perché tutti gli ingredienti ci stiano comodamente in un solo strato: le parti del pollo con la pelle dovrebbero essere rivolte verso l’alto. Quando il forno sarà abbastanza caldo metteteci la teglia e lasciatecela per 35/ 45 minuti, fino a che il pollo sarà completamente cotto e avrà preso un bel colorito.

A questo punto toglietelo dal forno. Passate il pollo, il finocchio e le clementine dalla teglia a un piatto da portata, copriteli facendo in modo che rimangano tiepidi. Versate in un pentolino i liquidi di cottura, portateli su una fiamma media a bollore e fate andare adagio fino a ridurli a un terzo: ne rimarrà una salsa di 80 ml circa. Versate la salsa molto calda sul pollo, guarnite con un po’ di prezzemolo sminuzzato e servite.

 

Potresti vedere anche
Crostata all’aglio caramellato

La ricetta scelta dal libro Plenty è la Crostata all'aglio caramellato, grazie ad un gruppo di Facebook, che raccoglie Fans Read more

Banana Bread di Ottolenghi

Questo Banana Bread è arrivato al momento giusto. Avevo giusto tre banane che stavano ristagnando nel cestino della frutta. Troppo Read more

Cavolini di Bruxelles con melagrana

Di amare le ricette di Ottolenghi, l'ho già scritto più volte. Forse di aver scoperto la piacevole croccantezza di alcune Read more

Insalata di quinoa, sedano rapa e mela

Quinoa per una delle ultime insalate dell'estate. Un'insalata fresca e nutriente. Ed originale, presa dal libro di Ottolenghi, Plenty-More. Le Read more

Insalata di pomodori e melagrana

Ancora Ottolenghi, da Plenty More, per un'insalata ideale con questo caldo. Sono venuta meno al concetto di stagionalità per noi. Read more

One Response to "Il pollo con le clementine e finocchi di Ottolenghi"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»