Ultima marmellata estiva. In giardino è cresciuta bellissima la pianta di rabarbaro, che in terra e non più in vaso ha dato il meglio di sè. Per conservarne il gradevole sapore ne ho fatto una marmellata, aggiunge anche le ultime susine gialle che avevo ancora in frigorifero.
Ne è uscita una composta, più correttamente detta, pungente ma dolce, che la rende fresca e non stancante.

Lavate rabarbaro e frutta. Tagliate a pezzetti i gambi di rabarbaro dopo averli puliti come delle coste di sedano. Aggiungete le prugne tagliate a pezzi, ed eliminato i noccioli, la buccia del limone e il succo. Aggiungete lo zucchero. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa un’ora, fino a che tutto si sfalda e si addensa. Invasate in contenitori puliti e sterilizzati. Chiudete, capovolgete e lasciate raffreddare.

Ingredienti per 2 barattoli

500 g di coste di rabarbaro pulite
250 g di prugne bianche senza nocciolo
300 g di zucchero semolato
1 limone

Potresti vedere anche
Per fare questa ricetta dal sapore un po' insolito ho
Qualche anno fa comprai al mercato, spinta dalla curiosità, una
Tutti mesi sul sito di Mtchallenge.it, vengono pubblicati articoli che
Il fagiolo si sa è più proteico della carne e
In estate è piacevole preparare ricette che non prevedano l'accensione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»