Quando ero piccola mia nonna usava a fine cena, girare il piatto piano in cui si era cenato, e sul fondo mettervi una fetta di ricotta e aggiungere semplicemente o un cucchiaino di cacao e uno di zucchero, o solo lo zucchero o nelle giornate migliori un cucchiaio di marmellata.
Era un fine pasto semplice ma squisito. La ricotta era quella del lattaio che consegnava il latte ancora casa per casa e la marmellata fatta in casa. Forse è da allora che i dolci con la ricotta sono quelli che preferisco ed ancora oggi, quando ho attacchi improvvisi di carenza di dolci mi faccio come da piccola ricotta e anche solo zucchero.

Oltre tutto con questo caldo fare un cheese cake che non ha bisogno di cottura è il massimo. E risulta essere quasi un gelato.
Fragole e lamponi stanno crescendo nell’orto. Le fragole sono quasi alla fine, ma i lamponi sono venuti buoni giusto adesso, proprio al momento giusto.

La ricetta l’ho seguita alla lettera, prendendola da Silvia sul suo blog Acqua e Farina-Sississima, l’unica variante è che ho usato prevalentemente fragole per il primo strato e lamponi per il secondo con pochi mirtilli, quindi non c’è una grossa differenza di colore e poi cercando di lisciare la torta in modo che non si vedessero le pieghe lasciate dalla carta forno il colore è andato ancora più insieme.
E’ in queste occasioni che sento la mancanza di alcuni strumenti che fanno la differenza, come le strisce di acetato che avrebbero permesso di tenere i bordi lisci invece di usare la carta forno.
Al posto degli OREO ho usato i Ringo dark. per il resto ingredienti e procedure sono quelli indicati.

CHEESE CAKE SENZA COTTURA RE-CAKE #05

INGREDIENTI (per una torta diametro 18)
Per il Fondo:
150 gr di Oreo
50 gr di burro fuso
5-6 oreo extra

Per la Cheesecake:
300 gr di philadelphia
250 gr di ricotta
4 dl di panna fresca (non montata però)
150 g Zucchero
buccia di ½ limone
½ cucchiaino di estratto di vaniglia
100 gr di fragole
150 gr di mirtilli, lamponi e more

Per la Decorazione:
fragole fresche – mirtilli -lamponi -ciliegie

PROCEDIMENTO:
Per prima cosa occorre preparare il fondo.
Sbriciolate i biscotti con un mixer fino a ridurli in polvere e mescolateli con il burro fuso.
Con un cucchiaio, schiacciarli nella teglia foderata con carta forno e riponete in freezer a raffreddare. Ora preparate la crema e il primo strato di dolce.
In una ciotola mescolate il philadelphia con la ricotta, la panna, lo zucchero, la vaniglia in polvere e la scorza di limone, fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.
Riducete le fragole in purea e mescolatele con la metà della crema. Versate l’impasto sul fondo di biscotti e riponete il dolce in freezer fino a quando sarà solidificato (serve circa 1 ora/1 ora e mezza).
Una volta solidificato il primo strato, adagiatevi sopra 5-6 biscotti divisi a metà. Rimettete in freezer per altri 15 minuti.
Alla restante metà di crema (che nel frattempo avrete conservato in frigo), unitevi ora 100 grammi di mirtilli, more e lamponi sempre ridotti a purea. Mescolate e aggiungete i restanti 50 gr di frutti di bosco interi. Versate il composto sopra lo strato di biscotti.
Riponete nuovamente in freezer fino a quando anche questo strato sarà solidificato. La ricetta originale consiglia di lasciare almeno 5 ore in freezer il dolce.

La torta va conservata in freezer e tolta almeno 30 minuti prima di servirla. Decorare con la frutta fresca.

Altri suggerimenti

avatar

admin


3 Responses to "Cheese Cake ai frutti rossi"

  • Anche io ho usato la carta forno ma non ho foderato normalmente. Mi sono creata un’anello di cartaforno e l’ho messo dentro lo stampo come fosse un foglio di acetato 🙂
    Grazie per avere giocato con noi.
    P.s. ricordati di inserire i link
    Ileana

  • bello il tuo dolce, grazie per aver partecipato! Un abbraccio SILVIA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*