header-image

Questa è una ricetta molto veloce, e si basa sulla ricetta classica dell’unire  il pecorino con le fave.

Non ho usato il pecorino perchè avevo solo del grana, ma credo che possa essere facilmente sostituito. Ho preso del formaggio grattugiato e ne ho messo un cucchiaio abbondante in un tegame antiaderente. Con il calore il formaggio si è sciolto e quando si è formata una bella crosticina l’ho tolto dal fuoco. Raffreddandosi si è indurito e ha formato questa cialda su cui ho spremuto un composto di fave. Le fave sono state bollite con sedano e carote e poi frullate. Ho aggiunto un caprino per smorzarne il sapore forte e un filo d’olio. Per guarnire una mandorla.

Ingredienti:

Per le cialde:
Grana grattugiato

Per il composto di fave:
Fave
Sedano
Carote
Caprino
Olio
sale

 

con questa ricetta partecipo alla raccolta

Potresti vedere anche
Tagliatelle di segale alla certosina con corallo

LO PAN NER – I PANI DELLE ALPI Il 3 e 4 ottobre 2020 si terrà in Valle d'Aosta la quinta edizione della Read more

Pan Ner con lo Smorm

Ritorna la festa Transfrontaliera "Lo Pan Ner - I pani delle Alpi. E' la quarta edizione edizione ed è la Read more

Budino del Gran Mugello

Il Gran Mugello per la seconda ricetta del contest Latti da Mangiare 5.0. Dopo una pizza che ha richiesto un Read more

Pizza con acqua al pomodoro e basilico e formaggi del mugello

Una pizza per il Contest di Latti da Mangiare 5.0 organizzato dalla STORICA FATTORIA PALAGIACCIO. Il contest è alla sua Read more

One Response to "Grana e fave"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»