header-image
beignet

Non avevo mai sentito parlare dei Beignet di New Orleans. Ma con Recake ne scopro sempre una nuova ogni mese.

Sarebbe carnevale a Milano, nonostante il periodo di coprifuoco e le mancate giornate di festa. Si sta più in casa e quindi sono due buone occasioni per friggere. Poi passeremo alla cucina di magro per la quaresima, ma adesso deliziamoci con questi dolcetti.

Assomigliano ai nostri dolci di pasta lievitata tipo i bomboloni, i Krafen o altri. É un lievitato fritto. E io adoro i lievitati e purtroppo anche il fritto.

Sono tradizionali ciambelle quadrate e furono portati a New Orleans nel 18° secolo dai coloni francesi,  dalla “vecchia madrepatria”, e divennero parte della cucina creola casalinga. Le variazioni spesso includono la banana frutto popolare nella città portuale – o bacche. Oggi il Café du Monde è una popolare meta gastronomica di New Orleans, specializzata in bignè con zucchero a velo, caffè con cicoria e café au lait.  I Beignets sono stati dichiarati la ciambella ufficiale dello stato della Louisiana nel 1986.

Yields6 Servings

 190 ml di acqua tiepida
 3 g di lievito di birra disidratao
 60 g di zucchero semolato
 125 ml di latte tiepido
 1 uovo
 ½ cucchiaino di sale
 480 g di farina 00
 45 g di burro fuso
 1 cucchiaino di estratto di vaniglia e/o scorza di limone grattugiata
 1 l di olio di semi per friggere
 Zucchero a velo per spolverare

Mettete il lievito e lo zucchero nella ciotola della planetaria e scioglieteli aggiungendo l’acqua. Fate riposare per cinque minuti.
Mescolate insieme il latte, l’uovo leggermente sbattuto, la vaniglia e/o la scorza di limone e il sale. Aggiungete il tutto nella ciotola col lievito e mescolate.
Unite metà della farina e iniziate a lavorare l’impasto con la foglia a velocità media (potete anche lavorare a mano).

Unite anche il burro fuso e freddo.
Aggiungete quindi la farina restante e impastate con il gancio (o sempre a mano) fino a ottenere un panetto liscio e bello lucido.

Mettete l’impasto in una ciotola unta con poco burro e coperta con pellicola o un coperchio e mettete a lievitare in luogo caldo per un paio d’ore o finché non sarà raddoppiato di volume.

Riscaldate l’olio in una casseruola profonda e capiente e portatelo a 185-190 gradi.
Riprendete l’impasto e stendetelo su un piano di lavoro leggermente infarinato, formando un rettangolo dello spessore di circa 1/2 cm. Tagliate l’impasto in quadrati di 5-6 cm di lato (ma anche 3×3, se volete farli più piccolini, tipo bocconcini – io li ho fatti piccoli).

Friggete pochi quadrati alla volta, finché saranno gonfi e dorati (saranno necessari un paio di minuti per lato). Scolateli su un foglio di carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso.
Prima di servirli, spolverizzateli con abbondante zucchero a velo.

Beignets

Ingredients

 190 ml di acqua tiepida
 3 g di lievito di birra disidratao
 60 g di zucchero semolato
 125 ml di latte tiepido
 1 uovo
 ½ cucchiaino di sale
 480 g di farina 00
 45 g di burro fuso
 1 cucchiaino di estratto di vaniglia e/o scorza di limone grattugiata
 1 l di olio di semi per friggere
 Zucchero a velo per spolverare

Directions

1

Mettete il lievito e lo zucchero nella ciotola della planetaria e scioglieteli aggiungendo l’acqua. Fate riposare per cinque minuti.
Mescolate insieme il latte, l’uovo leggermente sbattuto, la vaniglia e/o la scorza di limone e il sale. Aggiungete il tutto nella ciotola col lievito e mescolate.
Unite metà della farina e iniziate a lavorare l’impasto con la foglia a velocità media (potete anche lavorare a mano).

Unite anche il burro fuso e freddo.
Aggiungete quindi la farina restante e impastate con il gancio (o sempre a mano) fino a ottenere un panetto liscio e bello lucido.

Mettete l’impasto in una ciotola unta con poco burro e coperta con pellicola o un coperchio e mettete a lievitare in luogo caldo per un paio d’ore o finché non sarà raddoppiato di volume.

2

Riscaldate l’olio in una casseruola profonda e capiente e portatelo a 185-190 gradi.
Riprendete l’impasto e stendetelo su un piano di lavoro leggermente infarinato, formando un rettangolo dello spessore di circa 1/2 cm. Tagliate l’impasto in quadrati di 5-6 cm di lato (ma anche 3×3, se volete farli più piccolini, tipo bocconcini – io li ho fatti piccoli).

Friggete pochi quadrati alla volta, finché saranno gonfi e dorati (saranno necessari un paio di minuti per lato). Scolateli su un foglio di carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso.
Prima di servirli, spolverizzateli con abbondante zucchero a velo.

Beignets

Beignets di New Orleans
Potresti vedere anche
Panini dolci con metodo Tang Zhong per Recake 2.0

Il metodo Tang Zhong è una tecnica di panificazione diffusa da Yvonne Chen, autriace di The 65°C Bread Doctor, pubblicato nel Read more

Galletta di porri e patate per Recake nuova stagione

La Galletta proposta dal Gruppo Recake è assolutamente buona e come al solito le admin non sbagliano la proposta fatta. Read more

FlatBread alla Griglia per ReCake 2.0

Questi deliziosi FlatBread, sono stati fatti seguendo la proposta del Gruppo di Facebok ReCake 2.0, uno dei giochi che seguo. Read more

Torta di carote per Recake 2.0

Le carote con tanto di ciuffo per fare il pesto. Una torta salata che è assolutamente di stagione. Una bella Read more

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»