header-image
Mi son fatta un regalo: un libro di Ottolenghi: Plenty More. Bellissimo come tutti gli altri. Bellissimo come oggetto. Bellissimo il profumo di carta. Bellissime fotografie, bellissime ricette.
Mi piacerebbe provare a farle tutte, almeno tante. Qualche problema sulla reperibilità di alcuni ingredienti difficili da trovare, ma si può fare.
Iniziamo però con questi Friands al ribes.

INGREDIENTI

  • 125 g di burro non salato, sciolto, oltre a 20 g extra per la ungere la teglia
  • 60 g di mandorle pelate
  • 50 g di pistacchi, più 1 cucchiaino, tritato, per guarnire
  • 60 g di farina 00, più un extra per spolverare
  • ¼ cucchiaino di cannella in polvere
  • 200 g di zucchero semolato grattugiato
  • 1 limone
  • 1 cucchiaio purè di banana
  • 3 albumi (100g)
  • 1/8 cucchiaini di sale
  • 120g di ribes freschi (o congelati), con 2 cucchiaini di farina
    Per glassare
  • Succo di limone 50ml
  • 200 g di zucchero a velo
 

Procedimento

Preriscaldate il forno a 200  °C. Mettete in una teglia da muffin da 6 in freezer per 10 minuti.
Sciogliete 20 g di burro prima di spennellare generosamente gli stampi e cospargere di farina.
Posizionate un disco di carta sul fondo di ognuno per evitare che i dolci si attacchino e rimettere la teglia nel congelatore .
Riunite la frutta secca, la farina, la cannella e tutto lo zucchero tranne due cucchiai, nella ciotola di un robot da cucina. Lavorateli per ottenere una consistenza grezza granulosa versatile. Aggiungete il burro fuso, la scorza di limone e la banana schiacciata, mescolate per amalgamare
Sbattete gli albumi con un quarto di cucchiaio di sale e i restanti 2 cucchiai di zucchero, a neve morbida e incorporate delicatamente un terzo del mix di frutta secca banana A questo punto procedete con un secondo terzo insieme al ribes e infine con il resto. Versate la pastella negli stampi da muffin in modo da riempire per due terzi infornate Cuocete per 20-25 minuti finché inserendo uno stuzzicadenti al centro di una Friands non esce pulito Sfornateli, lasciateli raffreddare.
Per togliergli dagli stampi fate passare un coltello lungo i bordi e poi rovesciate delicatamente la teglia quanti si saranno raffreddati
Preparate la glassa se la usate, in alternativa potete spolverare di zucchero a velo, mescolando il succo di limone e zucchero a velo in una ciotola, aumentando le dosi dell’uno dell’altra se necessario fino a ottenere una glassa densa ma facile da versare. Usatela per ricoprire generosamente i friands lasciando che qualche goccia coli lungo i lati Spolverate infine di pistacchi tritati e mettete tre o quattro ribes sopra ognuno se vi sono avanzati.
Potresti vedere anche
Cake al cioccolato e caffè con frutti di rovo

Siamo passati dall'estate all'autunno. Abbiamo ancora in mente i colori e i sapori dell'estate. Il caldo torrido lungo i sentieri Read more

Banana Bread di Ottolenghi

Questo Banana Bread è arrivato al momento giusto. Avevo giusto tre banane che stavano ristagnando nel cestino della frutta. Troppo Read more

Cavolini di Bruxelles con melagrana

Di amare le ricette di Ottolenghi, l'ho già scritto più volte. Forse di aver scoperto la piacevole croccantezza di alcune Read more

Insalata di quinoa, sedano rapa e mela

Quinoa per una delle ultime insalate dell'estate. Un'insalata fresca e nutriente. Ed originale, presa dal libro di Ottolenghi, Plenty-More. Le Read more

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci»