risotto alla milanese
La Lomellina è una delle zone di maggiore produzione del riso, e in particolare del Carnaroli, varietà usata principalmente nei risotti. Come non partecipare quindi  al Contest  Riso, zafferano e…che il Calendario ha organizzato  per la Giornata Nazionale del Risotto alla Milanese. 
Lo Zafferano utilizzato nel risotto è stato inviato dall‘Azienda Agricola Bramante, Azienda anch’essa della Lomellina. Una giuria composta da Anna Zerbi dell’Azienda Agricola Bramante, Sara Preceruti del ristorante Acquada e Simona Sansonetti dell’Associazione Maestro Martino, valuterà i risotti alla milanese contaminati da un prodotto locale.
Ho scelto di unire al tipico risotto alla milanese l’Oca, e i prodotti che ne derivano. Dei salumi d’Oca ne ho parlato in un articolo del Calendario di ottobre che invito ad andare a rileggere.
Ho usato L’ecumenico. Il salame d’oca ecumenico è un salame di pura carne d’oca, da consumarsi crudo
insaccato nella pelle dell’oca esattamente come l’igp, ma adatto ad essere consumato dalle popolazioni kasher. Si ottiene staccando parti tagliate grosse a coltello di polpa magra con aggiunta di parti di grasso della stessa oca.
risotto contaminato dal salame d'oca

INGREDIENTI

Riso Carnaroli autentico,  300 g
Grasso d’oca, 80 g
Cipolla, 40 g
Vino bianco secco, 50 g
Zafferano, 28 pistilli
brodo di carne, 1 L
parmigiano grattugiato, 30 gr
salame d’oca “ecumenico”, 100 g
sale

PROCEDIMENTO

Mettere in un mezzo bicchiere di brodo caldo i pistilli di zafferano un paio di ore prima della preparazione del risotto.

Tritare finemente la cipolla e farla appassire in un tegame a fuoco molto dolce per 5 minuti circa, con il grasso d’oca.
Aggiungere il riso e farlo tostare a fuoco vivace per un minuto, mescolando.
Bagnarlo con il vino bianco e farlo evaporare. Versare poco alla volta il brodo bollente, mescolando di tanto in tanto. Cuocere il riso per 16/18 minuti circa. A metà cottura, aggiungere il brodo con lo zafferano. Salare se necessario.

Togliere il tegame dal fuoco, aggiungere metà del salame d’oca, e il formaggio. Mantecare, mescolando, rendendolo morbido e cremoso. Farlo riposare un munito con coperchio. Prima di servire aggiungere alcuni pezzetti di salame d’oca nel piatto, sopra al risotto.

logo calendario

Altri suggerimenti

Cucino Io


5 Responses to "Il risotto alla milanese contaminato"

  • Contaminazione decisamente da provare 😀

  • Ho assaggiato diverse volte il salame d’oca della Lomellina, e mi è sempre piaciuto. Devo dire che finora ho trovato quello di carne mista, oca e maiale; mi incuriosisce l’Ecumenico e ho intenzione di cercarlo… anche perché questo risotto s’ha da assaggiare!
    Grazie Antonella!

  • Uh, il salame d’oca! Un insaccato che non ho mai provato, ma che m’incuriosisce tantissimo!

  • Stò dicendo dall’linizio che imparo un mare di cose… il salame d’oca, quello ecumenico!!!

    grazie Antonella!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*