arista

Oggi è la  per il Calendario del Cibo Italiano. E di prima mattina ci vuole proprio perchè sono ancora addormentata.

Recentemente, 10/07/2017,  è stato pubblicato un articolo sul La Repubblica, che riporta i risultati di una indagine fatta dalla University of Southern California che hanno dimostrato che bere una tazzina di caffè al giorno allunga la vita. “Va ancora meglio a chi consuma tre o più tazze: il rischio di mortalità, rispetto ai non bevitori, è più basso del 18%.”  Per la felicità di chi beve il caffè decaffeinato, non è la caffeina responsabile di questa azione allungavita,, ma altre sostanze contenute nel caffè. Spero che la mia arista possa contribuire almeno a qualche giorno in più.

 

prima del forno

La caffeina, ricavata dal caffè, è un princicpio attivo che “mangiato”,  interagisce sul sistema nervoso,  ha effetto sulle funzioni psichiche, nello specifico tende a migliorare il livello di attenzione.

La caffeina ha anche un effetto cardio-circolatorio, agendo prevalentemente come vasodilatatore e accelerando il ritmo del cuore. Inoltre, sembra che possa influire sul metabolismo lipidico, incrementando il rilascio di acidi grassi da parte delle cellule adipose. Ha anche una spiccata funzione diuretica. (Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/caffe.html)

arista

INGREDIENTI

arista di maiale 1 kg circa

Caffè in polvere, arabica 100% 3 cucchiai

Zucchero di canna integrale 3 cucchiai

Olio extra vergine di oliva q.b. per massaggiare la carne

Sale q.b.

 

PROCEDIMENTO

Massaggiare la carne con olio extra vergine di oliva, quindi salare leggermente. Mescolare lo zucchero di canna al caffè che distribuirete su un foglio di carta da forno e farci rotolare la carne facendo in modo che la ricopra tutta.

Preriscaldare il forno a 190° e infornare per circa 40 minuti. Tagliare la carne, fredda, in fette sottili, (più sottili di quanto si vede nella foto).

logo calendarioda un’idea di Simone Rugiati

Cucino Io


3 Responses to "Arista disossata in crosta di caffè"

  • […] Creato da CucinoIo !function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0];if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src="//platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");         VAI ALLA RICETTA […]

  • Adoro l’arista e da buona toscana la cucino spesso in molte versioni. Mi manca quella al caffé e questa crosta tra il dolce e l’aromatico è molto intrigante.
    Ma che salsa si forma durante la cottura? La mia paura è che al termine resti un po’ asciutta. Cosa consigli?
    Un abbraccio e a presto,
    Pat

    • @Patty, non si forma nessuna salsa in cottura perchè il caffè da una parte assorbe e dall’altra contiene. La carne risulta morbida ma non asciutta, ovviamente de non la fai cuocere troppo.
      Con il senno di poi, il mio consiglio è di affettarla dopo averla lasciata riposare, in modo che la polvere di caffè si inumidisca bene, perchè altrimenti potrebbe dare fastidio e di tagliarla sottile, non così spessa come ho fatto io. Simone Rugiati, da cui parte l’idea la consiglia accompagnata da una salsa ai peperoni rossi. Grazie di essere passata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*