La mia prima volta di uova dell’impasto per fare degli gnocchi patate. La mia prima volta per gli gnocchi ripieni. E la prima volta non poteva essere che per la sfida #MTC59, proposta da Annarita Rossi del Blog IlBoscodiAlici.

La prima volta anche dell’uso dello strumento per dare la forma agli gnocchi. Uso improprio forse perchè credo serva per i MoonCake. E sicuramente era quella la mia idea iniziale, o adoperarla per dare forma al burro, quando faccio il burro.
Invece, la prima volta che l’ho usata è per fare questi gnocchi ripieni.

Solitamente quando è la prima volta che faccio una cosa non mi spericolo troppo e cerco di restare fedele all’originale, in modo da coglierne tutti gli aspetti. E’ per questo che ho seguito le indicazioni di Annarita

Mettere l’uovo nell’impasto degli gnocchi per me è sempre stato un sacrilegio, ma visto che la diversità in questo caso è data dalla necessità di dover sostenere nella cottura il ripieno, eseguiamo le istruzioni senza cambiamenti. E per questo rimando alla sua ricetta la preparazione dell’impasto.

Una volat fatto l’impasto appoggiare un disco di pasta dentro l’incavo dello strumento, preventivamente, leggermente infarinato, in modo che della pasta fuori esca. Inserire al centro un pezzetto di “Tuma dla Paja” e richiudere lo gnocco con la pasta che esubera.
Girare lo strumento e con un colpo secco far uscire lo gnocco, dal suo alloggiamento.

Cuocere in acqua bollente leggermente salate e quando vengono a galla scolarli.

Li ho conditi con un semplice sugo di pomodoro, leggermente ricco di cipolle di Breme e basilico

Affettate mezza cipolla di Breme fine, e stufatela in padella con l’olio. Quando è pronta aggiungete i pomodori pelati e fate cuocere a fuoco lento fino a che il sugo non si restringe e i pelati si disfano. Ci vorranno circa 45 minuti a fuoco medio/basso. Aggiungere il basilico a fine cottura.

Ingredienti

500 g di patate a pasta gialla
1 uovo piccolo
100 g di farina 00
100 g di tuma dal plaja
sale

per il sugo

400 g di cipolla di Breme
1000 g di pomodori pelati
olio, sale, pepe
foglie di basilico

ricetta per la sfida mtc59

Altri suggerimenti

avatar

Cucino Io


16 Responses to "gnocchi ripieni di Tuma dla Paja"

  • Aldilà di una mia insana passione per la tuma ‘d la paja, mi hai lasciata senza parole. E ora DEVO avere quello stampo!

  • Veramente belli con quello stampo!!!
    E veramente buoni questi gnocchi, complimenti!!!!

  • Guarda non ho altre parole se non:meravigliosi,geniali!

  • Sai di essere diventata la più invidiata della commento,vero?! Quello stampo fa gola a tutti. E anche questi gnocchi non son fa meno: allo sguardo morbidi ma compatti e al sapore credo eccellenti

  • Ma sono troppo belli! Buoni senz’altro ma belli molto! Ho giusto lì lo stampo che non sapevo come usare, in settimana li faccio subito… Brava e innovativa, complimenti

  • Annarita Rossi says:

    Sono fichissimi e vallo a spiegare che sono gnocchi di patate, sembrano appunto biscotti ripieni. Mi piacciono molto. Brava.

  • Ma sono bellissimi!! E con quel ripieno anche buonissimi, ne sono certa (psss…però manca tra gli ingredienti, mi sa…).
    Però io ora vorrei vedere questo fantomatico attrezzo che non so come sia fatto. E non so nemmeno cosa sono i mookcake, lo ammetto 🙁

    • grazie Alice, ho corretto. I moonCake sono dei dolcetti cinesi ripieni.
      non riesco da qui ad allegare la foto, ma se fai una ricerca in rete stampo MoonCake, ne vedi diversi. Ce ne sono molti che sono in plastica.
      Ma io l’ho preso, credo da Amazon, in legno.
      I biscotti però non li ho ancora fatti.

  • Sarà anche per un altro uso lo stampo ma ha reso magnifici questi gnocchi!!
    Bravissima

  • lo stampo lo porto al raduno, che ne ho appena comprati un po’, cosi li facciamo contenti. Ma la sorpresa, quando li ho visti in forma di gnocchi, te la lascio immaginare. Belli e buoni, con un ripieno e un condimento che fanno onore anche alla forma. Bravissima!

    • Grazie Alessandria, un complimento dalla Signora dei Pipponi è una meraviglia. 🙂 Una vittoria!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*