Per la giornata Nazionale della Fonduta del calendario Italiano del cibo ecco la mia versione della classica ricetta. Sapori e odori di legna che arde. Ricordi di vacanze di natale lontane e di amicizia. Un piatto social che si condivide in tavola senza pensare al colesterolo. Grazie a Tiziana Bontempi del sito Profumo di Broccoli.

La ricetta classica

Ingredienti (per 4 persone)
400 g di Fontina DOP della Valle D’Aosta
250 ml di latte intero
40 g di burro
4 tuorli d’uovo
sale
pepe bianco

Procedimento

Tagliate la fontina a fette sottili o a dadini e ponetela in una ciotola. Versate nella ciotola il latte e lasciate il formaggio a bagno per circa 2 ore.

Riempite di acqua una pentola capiente e all’interno di questa mettete una casseruola più piccola. Quando l’acqua bolle mettete il burro, tagliato a piccoli pezzi, nella casseruola più piccola e fatelo sciogliere a fuoco dolce.

Scolate la fontina dal latte.

Unite la fontina al burro e, sempre mantenendo la fiamma bassa, mescolate il tutto senza interruzione, usando un cucchiaio di legno o una frusta metallica, fino a quando il formaggio non si sarà fuso completamente ed avrà assunto una consistenza liscia e cremosa.

In una ciotola sbattete i tuorli d’uovo, insaporiti con sale ed una spolverata di pepe bianco.
Spegnete la fiamma e, continuando a mescolare energicamente, aggiungete, poco alla volta, i tuorli d’uovo nella casseruola.
Senza togliere la casseruola dall’acqua, mescolate la fonduta ancora per alcuni minuti. Se il composto risultasse troppo denso aggiungete il latte in cui avete lasciato in ammollo la fontina.
Servite con cubetti di pane o polenta. Intingere i cubetti della fonduta.

avatar

admin


One Response to "Fonduta Valdostana per il calendario AIFB"

  • Ciao Antonella, grazie di aver contribuito a questa giornata.
    Buona fonduta e buona festa del cibo italiano anche a te 🙂
    Tiziana

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*