Facendo in casa il pane, capita sempre meno spesso che avanzi. Non solo dura di più, ma essendo più buono è difficile che avanzi e per ultimo se ne fa la quantità sufficiente. Se manca si rifà.
Però quando succede, ci sono pronte alcune ricette per riciclare il pane vecchio. Di buttare via il pane proprio non se ne parla.

Ad esempio si possono preparare gli gnocchi.

In una ciotola mettere il pangrattato, le uova e i tuorli, il burro, il grana, la farina e il latte, il sale, la noce moscata. Mescolare il tutto il modo da omogeneizzare tutto il composto. Dovrà essere abbastanza consistente da formare gli gnocchi dopo il riposo tenuto conto che il composto tenderà ad asciugarsi.
Se dopo un’ora il composto sarà troppo asciutto ammorbidire con un po’ di latte, se risultasse troppo morbido aggiungere un po’ di farina.
Formare gli gnocchi della grandezza che preferite, infarinarli uniformemente.
Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata, e scolarli quando vengono a galla.

Essendo estate ho preferito un condimento a crudo, che richiama la panzanella, altro piatto con il riciclo del pane che mi piace molto.

Tagliare a cubetti il pomodoro maturo, condire con olio evo, sale, qualche cappero e le acciughe desolate e ridotte a pezzetti. Aggiungere qualche foglia di basilico spezzettate a mano.
Unire gli gnocchi tiepidi al condimento.

Ingredienti per 4 persone:
350 g. di pane grattugiato
2 cucchiai fi farina 00
100 g di burro
100 g di parmigiano grattugiato
2 uova + 2 tuorli
1 bicchieri di latte tiepido
Noce moscata
Sale e pepe

4 pomodori maturi
1 cucchiaio di capperi
4 acciughe
4 foglie di basilico
Olio extra vergine di oliva toscano

Altri suggerimenti

avatar

Cucino Io


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*