Comfort and design food

Latest

Cocotte con merluzzo e salame

cocotte

Può sembrare un accostamento strano, invece è sicuramente interessante. Il salame cuocendosi in forno, rilascia il grassi e assume una consistenza biscottosa, diventa una thuille saporita e croccante che ben si accompagna e integra il sapore più neutro e morbido del merluzzo.
Il salame è quello del salumificio La Rocca, Salame Piacentino DOP.

Prendete una cipolla di Breme, che adesso sono di stagione, ma affrettatevi perché sono le ultime e si trovano solo in Lomellina. Se ce ne sono ancora dopo la sagra.
Fate un trito di cipolla e distribuite tra quattro Cocotte, versateci sopra un giro di olio extravergine di oliva.
Aggiungete un cucchiaio di salsa di pomodoro, su cui adagerete il merluzzo, che affondare un poco nella salsa. Sopra appoggiate due fette di salame per ogni cocotte.
Salate poco, anche niente. Salame e merluzzo sono già salati e rilasceranno il sapore nella salsa di pomodoro.
Mettete in forno a 180° per una quindicina di minuti.

Ingredienti

40 g di cipolla di Brema tritata
4 cucchiai abbondanti di salsa di pomodoro
200 g di merluzzo
8 fettine di salame piacentino D.O.P.
Olio extravergine d’oliva
Sale

Pizza al piatto come in pizzeria

Grazie ad Antonietta del Blog TrappolaGolosa, vincitrice del Mtc57 sulle CheeseCake, e alla nuova sfida Mtc58 che ha proposto ed istruito sulla nuova sfida che riguarda le pizze.

Purtroppo, sembrerà strano ma il tempo sembra sempre poco, specie per le preparazioni lunghe come i lievitati sono disponibili solitamente solo un paio di weekend. E questo mese è particolarmente impegnativo e quindi siamo all’ultimo giorno della sfida e non riesco a fare tutte e tre le proposte.

Mi sono concentrata sulla pizza al piatto, perché la pizza in teglia l’ho già sperimentata e solitamente mi riesce abbastanza bene, facendola con la pasta madre. Mentre un insuccesso sicuro è previsto quando cerco di fare la pizza sottile quella della pizzeria per intenderci,

Devo quindi ringraziare Antonietta, perché seguendo le sue istruzioni sono finalmente riuscita a fare la pizza che volevo e anche il figlio ha apprezzato.
Certo è possibile migliorare la cottura, anche se comunque andava bene, ma penso di averla cotta quei 30 secondi di troppo. Per i miei gusti, che di solito vogliono dire preparazioni senza sale, è risultata un po’ troppo saporita. Ma nulla di importante.

Essendo la prima volta e volendomi concentrare sulla preparazione, la pizza è super semplice e classica: una versione Margherita e una Prosciutto.

Al di là delle foto che non le rendono giustizia, il cornicione risulta croccante e l’impasto sottile sottile. L’impasto si è fatto lavorare e tirare senza rompersi e a mantenuto a lungo la lievitazione.
Ho cercato di seguire passo passo le istruzioni di Antonietta a cui vi rimando. Ho fatto solo poche variazioni dovute alle necessità: La prima lievitazione è durata anche tre ore invece che due, e la seconda un po’ meno di quattro. Le ho cotte a 320°, visto che il mio forno arriva fino a lì.

Grazie Antonietta, veramente grazie.

Gli involtini di carne

Certo in questi giorni fa troppo caldo e mi viene voglia di cose più leggere, ma quando li ho preparati erano ancora i giorni delle piogge quotidiane e quindi un piatto così poteva riscaldare.

Gli involtini hanno la particolarità di essere avvolti in fette sottili di pancetta. La pancetta del salumificio laRocca che ho visto preparare e che ho raccontato qui .
Sono andata dal macellaio per prendere un carpaccio, e così ho chiesto, ma quando sono arrivata a casa ho notato che la carne era tagliata un pochino spessa per un carpaccio come piace a me. E allora ecco una riconversione delle fettine sottili che hanno avvolto un pezzetto di salsiccia, arrotolata e poi avvolta nella pancetta.

Gli involtini così preparati metteteli in una capace padella con un filo di olio, in modo che la pancetta diventi croccante. Aggiungete poi un bicchiere di vino bianco secco e lasciate evaporare. Aggiungete una mezza scatola di pelati e lasciate asciugare. Spolverate con del timo.

Regolate di sale e servite.

Ingredienti

300 g di magatello tagliato a carpaccio non troppo sottile
300 g di salsiccia tipo luganega
una dozzina di fette di pancetta tagliata sottile.
Mezza scatola di pelati
! bicchiere di vino bianco
sale
timo
olio

free music mixer online | download free innotab games | free ebooks mark twain